Il sito si avvale dell'utilizzo dei cookie per finalità legate al funzionamento di alcuni servizi come riportato nella sezione cookie privacy policy.
Navigando il nostro sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. ACCETTO - COOKIE PRIVACY POLICY
Link Sponsorizzati

Advs


Scendi nel nudo della carne viva - Giovanni Capogna

Poesia Scendi nel nudo della carne viva di Giovanni Capogna L'Iside sbracciata della prima notte del cielo

In ordine per Autore
ABCDEFGHIJKLMNOPQRSTUVWXYZ

In ordine per Titolo
ABCDEFGHIJKLMNOPQRSTUVWXYZ


Scendi nel nudo della carne viva (Giovanni Capogna)

L'Iside sbracciata della prima notte del cielo
è raggiante di delitto.

Scendi nel nudo della carne viva,
immischiato di fango,
nel viscido che innomina il volto.

Nitrisci ora della faccia maciullata del bue
andato contro il sole,
e di notte uccidi il verme che ti soffia accanto,

Tu,
che eri trafitto e mutilato la
forma di Dio sotto l'aratro dei morti e
ferito il giorno avvampato nel mistero.

Schernisci ora il tracciato del rantolo e
crepa ubriacato

Nell'angelo del silenzio domato.

Commenta

PubblicitÀ




Pubblicità

Statistiche
Data: 24/01/21
Ora: 08:06:46
Ip: 3.232.133.141
Utenti On Line: 12










W3Csites.com Valid CSS! Valid HTML 4.01! Powered by DB Mysql! Powered by Php! Powered by Apache!

Risorse Gratuite. Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti presenti sul sito.
Risorse Gratuite © 2004 - 2021. Leggi Disclaimer - Cookie Privacy Policy - Contatti